La spilla

Ti ho trovata!.
Sei tu quella spilla,
che ho desiderato da piccola
e che avrei indossato da grande.
Già,poiché in quell’attimo
in cui fui concepita
fu fatto un accordo:”Niente desideri”.

Ho incontrato un albero

Ho incontrato un albero.
Una mia mano lo ha accarezzato.
Ha accarezzato il suo corpo
Divinamente nudo.

La corrente del cuore

Se mi chiedete a quale corrente artistica appartengo,
vi rispondo a nessuna di quelle già esistenti sul mercato.
Riesco a seguire solo la corrente del cuore.
La corrente del cuore non segue regole, non segue gusti e preferenze
Mi prende dolcemente per mano e mi porta lontano dal
vortice della competizione e mi protegge dall’ansia
della piazza del mercato.
Solo così riesco ad udirla quando mi dice:”Ascolta la tua
anima e stendi al sole e al vento le tue emozioni” e
quando mi dice: lasciati affascinare dal più sottile
filo d’erba che nasce sotto il peso del cemento armato.
E lasciati incantare da quel filo d’erba che soffre di
malinconia, quando il sole è scavalcato dalle nubi.
E lasciati sedurre da quel filo d’erba che, dopo aver
bevuto, vive in tutta la sua forza.
E lasciati ammaliare da quel filo d’erba che gioisce
al sole.e si lascia cullare al vento.
E chiediti se anche quel filo d’erba ha un’anima.